Troppo spesso andiamo di corsa nelle nostre giornate, inseguendo le ore e lamentandoci che il giorno è breve.

Andiamo a letto sfiniti, magari scocciati e già proiettati alle faccende dell’indomani; intanto le figlie crescono, la moglie matura e i genitori invecchiano e io mi scopro desideroso di assaporare gli istanti.

read more
comments nessun commento


Festa di compleanno, il mio, grata di esserci e di avere tanti amici attorno.

All’ opera donna Rosa, si festeggia, prepariamo il menù, leggero è una cena!

Verdure grigliate, insalate, salsiccia o costate? Un po’ di sfincione, olive, formaggi caserecci, mozzarelline del signor Seidita…

read more
comments 3 Commenti


Il cuore dell’uomo, mi è sempre stato detto, è capace di azioni grandi e come celebra C.S. Lewis nelle sue Cronache di Narnia: “Cose straordinarie capitano a gente straordinaria”.

Ci sentiamo gente straordinaria perché aderendo al progetto sociale della Diocesi di Trapani pro Madagascar, siamo stati testimoni di grande sensibilità verso tale iniziativa.

read more
comments nessun commento


Il cielo è di piombo, l’aria immota, le strade deserte. E’ il Dicembre del 1646, ormai da mesi Palermo come tutta la Sicilia, vessata dal potere Spagnolo, è stretta nella morsa di una mortifera carestia. Palermo muore, muore di fame, il popolo grida, con le ultime forze, la sua preghiera, il suo ultimo sguardo, vivo, lo rivolge al cielo.

Il 13 Dicembre, giorno dedicato, dalla cristianità, a Santa Lucia, navi cariche di grano approdano nel porto di Palermo salvando la città dalla morte; il grano viene bollito e consumato in fretta, il popolo è salvo e da quel giorno fa voto alla Santa Siracusana di astensione da pane e pasta, ogni 13 Dicembre.

read more
comments nessun commento