sicilia
7mar


Spesso i nostri atti ci seguono come direbbe nell’omonimo romanzo Paul Bourget   e ne scontiamo la pena fino a quando non riusciamo a redimerne questioni e svelarne  le trame.

Questo è quanto si è tentato di fare tra  il 1° ed il 3 Gennaio scorso a Castellammare del Golfo, dando voce ad una incredibile quanto silente storia della “nostra” siciliana unità d’Italia.

Un anno e mezzo dopo lo sbarco delle truppe Garibaldine in Sicilia e dopo solo otto mesi dalla proclamazione della Unità del Regno d’Italia, in questo angolo sperduto di Sicilia, si consumava l’eccidio contro i cutrara (la cutra ovvero la coperta imbottita segno di ricchezza) i liberali che, dopo la caduta del Regno delle due Sicilie, avevano incentrato il potere politico ed economico nelle proprie mani a discapito del popolino vessato da nuove leggi e proclami.

Nell’eccidio muore anche una bambina di soli otto anni Angela Romano, di lei si racconta in questo filmato, un atto unico per fare finalmente memoria di quei giorni e per imparare il perdono.

Ringraziamo Filippo La Porta (autore dell’opera), Baldo Sabella e Tanino Di Stefano per aver coinvolto alcuni di noi in questo disvelamento di eventi.

 


comments nessun commento

 Iscriviti alla Newsletter

Add tour comment

Nome*:

E-mail* (non verrà pubblicata):

Sito web:

Il cielo è verde o blu?

la tua risposta dimostra che sei una persona
e che il tuo messaggio non è spam

(*) campi obbligatori

Il tuo commento: