prodotti tipici siciliani
4gen


Dopo le feste avrei forse dovuto uniformarmi al pensiero comune e mettere online una ricetta light, invece guarda un po’ cosa ho sfornato per voi!

La ricetta che vi propongo è una di quelle opere d’arte che ho imparato a fare da ragazzina, quando la cucina era un luogo di ritrovo della famiglia, quando attorno alla tavola si parlava, si rideva e si creava.

Le n’figghiulate, sono pacchetti regalo che nascondono all’interno un ripieno che è un dono per il palato di quanti lo ricevono.

Il termine è arcaico e difficilmente traducibile in italiano; “sfigghiare” la farina era il gesto dell’amalgamare, ma sono sicura che Nicola in una delle sue lezioni di siciliano ci aiuterà a capirne il senso, per intanto gustate questa brelibatezza.

Ingredienti per impasto:

  • 500 g. di farina 00
  • 25 g. di lievito di birra
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • zucchero
  • sale
  • acqua

Ingredienti per ripieno:

  • 300 g. di salsiccia di maiale
  • 400 g. di ricotta di pecora
  • 2 scalogni

Variante per il ripieno:

  • filetti di acciuga sott’ olio
  • pecorino siciliano semi-stagionato (tagliato a dadini)
  • scalogno tagliato a rondelline

Preparazione:

Setacciare la farina ed amalgamarla (sfigghiare) con l’olio (o lo strutto), il sale, fino ad ottenere un impasto dalla consistenza soffice; aggiungete il lievito di birra sciolto in 2dl. di acqua tiepida leggermente zuccherata.

Impastare per almeno 20 minuti, aggiungendo acqua all’occorrenza, fino ad ottenere un impasto liscio e morbido.

Il panetto così ottenuto riponetelo in una ciotola capiente e lasciatelo lievitare per circa due ore, coperto da un panno, in un luogo tiepido.

Nel frattempo in una padella, stufate la salsiccia sbriciolata e la cipolla in poco olio di oliva, aggiustate di sale e pepe.

Trascorso il tempo di lievitazione, ricavate dall’impasto delle strisce lunghe 20 cm e larghe 10, spennellatele con olio extra vergine di oliva, spalmate un cucchiaio di ricotta e versate sulla striscia di pasta la salsiccia stufata.

Ripiegate la pasta su se stessa ricavandone un rotolo, chiudete bene i bordi ungendo man mano con l’olio.

Infornate a 220° per circa 40-50 minuti.


comments 4 Commenti

 Iscriviti alla Newsletter

Add tour comment

Nome*:

E-mail* (non verrà pubblicata):

Sito web:

Il cielo è verde o blu?

la tua risposta dimostra che sei una persona
e che il tuo messaggio non è spam

(*) campi obbligatori

Il tuo commento:


recent comments

Mi piacerebbe sentire la pronuncia !
Ciao

Inserito da: Roberto | gennaio 17 2011 PM


Roberto stiamo preparando un file audio per quanti come te hanno espresso questa esigenza.

Inserito da: Redazione | gennaio 18 2011 AM


Carissimi purtroppo non abbiamo anche un file “saporistico” tutto da gustare
Che buone che sono le n’figghiulate!

Inserito da: Redazione | gennaio 18 2011 AM


Roberto come vedi abbiamo esaudito il tuo desiderio leggi il nostro articolo: http://thatsicilia.com/2011/01/24/dialetto-lintensa-vibrazione-di-un-popolo/

Inserito da: Redazione | gennaio 25 2011 AM



  • Facebook
  • Twitter
  • del.icio.us
  • Diigo
  • StumbleUpon
  • Technorati
  • FriendFeed
RUBRICHE
ARCHIVIO MESI

Mesi precedenti: