sicilia
26mar


Tra qualche giorno sarà Pasqua, potremo così rivivere questo grande memoriale della fede.

Per chi crede è certamente uno dei periodi di maggiore espressione religiosa, per i non credenti sarà un’occasione gioiosa di stare insieme ad amici e parenti, per entrambi sarà, indiscutibilmente, un periodo di attesa.

Ricordo una vecchia usanza del periodo pasquale: preparare, per i bambini, dei dolci adornati con le uova colorate: i cannatuni cu l’ova .

Ricordo come stavamo innanzi il forno a legna nell’attesa che venissero tirati fuori; non ricordo più il gusto di quei dolci ma rammento ancora la gioia dell’attesa, un po’ come è accaduto qualche giorno fa aspettando la fumata bianca del Conclave.

Curiosità mista a speranza che non rimane delusa e che in qualche modo tacita tutto il resto; quando si aspetta qualcosa di importante, è inutile dirlo, tutto passa in secondo piano.

Qui in Sicilia la Pasqua si accompagna alla fioritura degli alberi da frutto,  preludio della Primavera, metafora secolare di Resurrezione.

La crisi dell’Inverno, sempre e comunque troppo rigido per il siciliano, viene sgretolata dalla evidente bellezza della Primavera.

E’ un’esplosione non affatto improvvisa, qui e là si possono scorgere i preventivi segni, di un silente lavorio di semi sotto le zolle, di gemme sui rami, di nidi e cinguettii.

Sarà per questa natura, sarà per quel gene greco inanellato nel nostro DNA, ma noi di That’Sicilia! in questo periodo, la crisi (dal greco crino: giudizio) la guardiamo come un lavoro, un pungolo che ci spinga, ancora di più, a realizzare la nostra opera.

L’augurio è quello di un lavorare guardando alla Croce e alla Resurrezione di  Cristo.

Buona Pasqua


comments nessun commento

 Iscriviti alla Newsletter

Add tour comment

Nome*:

E-mail* (non verrà pubblicata):

Sito web:

Il cielo è verde o blu?

la tua risposta dimostra che sei una persona
e che il tuo messaggio non è spam

(*) campi obbligatori

Il tuo commento: