Immaginate una vacanza, un gruppo di amici, un luogo pregno di cultura, buon cibo, mare, sole e tanto riposo.

Metteteci una guida poeta, un accompagnatore allegro, aggiungete poi un tocco di barocco, un miracolo grande nelle lacrime della Madonna e qualche collarino; considerate, infine, che il luogo in cui si svolge il tutto è la Sicilia ed avrete ottenuto una vacanza da preti invidiabile.

read more
comments nessun commento


E’ risaputo che noi siciliani abbiamo un’ampia gamma di termini che attengono alla sfera del non verbale: i gesti, insomma, sono la nostra specialità.

Ci esprimiamo bene con gli sguardi, con le mani, con schiocchi di lingua, famoso è il “no” dei nostri avi che era un onomatopeico ‘nzu.

read more
comments nessun commento


La Sicilia Orientale Classica: il dramma dell’uomo greco, questa la proposta alla base del Viaggio di Istruzione che con la Agenzia Scopeltour abbiamo organizzato per il “Liceo Mailpighi” di Bologna.

Taormina, Agrigento, Siracusa le tappe del nostro viaggio di istruzione, dal 14 al 16 Marzo, insieme ai 90 ospiti bolognesi.

read more
comments nessun commento


In questo giorno di inizio quaresima mi è venuta in mente una bellissima poesia di Renzino Barbera, poeta ed umorista siciliano morto nel 2009. Sarà che l’antica formula dell’imposizione delle ceneri:”ricordati che sei cenere e in cenere ritornerai”, me l’ha richiamato alla mente.

La poesia che potrete ascoltare qui potrebbe apparire macabra, triste, come per molti è la Quaresima.

read more
comments 2 Commenti


 

Un sacerdote ha benedetto le barche e  il mare, implorando la benevolenza divina sulle reti per una pesca più copiosa: …benedico te, mare in nomine Dei… le muciare, le imbarcazioni nere di catrame dei tonnaroti si allontanano dalla tonnara, per affrontare il mare e sfidarlo.

read more
comments nessun commento


Frivaru curtu e amaru, (Febbraio corto e freddo) è un nostro modo di dire per evidenziare un mese freddo, forse il più freddo di tutta la stagione invernale.

Ma per quanto possa essere freddo, il nostro inverno è pur sempre mite ed accogliente e le nostre opere d’arte e la nostra natura sembrano sempre deste come se aspettassero chi le venga ad ossequiare.

read more
comments 2 Commenti




RUBRICHE
ARCHIVIO MESI

Mesi precedenti:
prodotti tipici