Un sacerdote ha benedetto le barche e  il mare, implorando la benevolenza divina sulle reti per una pesca più copiosa: …benedico te, mare in nomine Dei… le muciare, le imbarcazioni nere di catrame dei tonnaroti si allontanano dalla tonnara, per affrontare il mare e sfidarlo.

read more
comments nessun commento


Abitava su un’ isola bellissima Camurria, che era una poverazza a cui tutti volevano bene ma che, spesso, rimaneva da sola perché era noiosa e non gli andava mai bene niente.

Chiedeva cose inutili e nel momento sbagliato, era insistente ma così insistente che la gente la accontentava pur di non averla più tra i piedi.

Un giorno il signore dell’isola non potendone più di Camurria, prese una decisione che aveva da tempo tenuta serbata in cuore: “la manderò da Abbuttato”.

read more
comments 4 Commenti


 

Come lavorava quel popolo che amava il lavoro…il popolo lavoratore, anzi laborioso…che aveva un culto del lavoro; un culto, una religione del lavoro ben fatto.

Così Peguy rifletteva sull’indole di certi nostri predecessori che avevano un culto per quello che facevano, una dignità senza pari.

read more
comments nessun commento


 

Un suono di brogna, buccina in italiano (grossa conchiglia), apre il nostro file audio e si dischiude per noi l’incanto delle cialome; canti popolari siciliani legati al lavoro dei tonnaroti, pescatori di tonni.

E’ un canto responsoriale, alla voce del solista fa eco il coro di pescatori che tirano le reti a bordo delle Muciare: le nere barche  utilizzate per la mattanza.

read more
comments nessun commento


Pomeriggio di  fine Luglio, sono le 15:00, circa.

Certo fa caldo, certo in strada non ci sono regole condominiali e i bambini sembra non soffrino la calura estiva.

Bambini che giocano in strada con le bici, palleggiando e ridendo si sono dati appuntamento sotto il mio balcone!

Sono un attimino infastidito, quando il ciarlare di questi bambini viene interrotto da un’espressione che metto a tema di questa calda lezione estiva.

read more
comments nessun commento


Si maritau Rosa è una delle canzoni più divertenti del panorama folk siciliano e che ci introduce a una lezione di storia delle tradizioni siciliane.

Si maritaru William e  Alberto, ma noi oggi, cari studenti, parleremo di wedding planner alla siciliana.

read more
comments nessun commento




RUBRICHE
ARCHIVIO MESI

Mesi precedenti:
prodotti tipici