Ci troviamo al cospetto dell’Oratorio del Rosario di Santa Cita a Palermo, luogo in cui lo scultore Giacomo Serpotta realizza uno dei più importanti capolavori visitabili nella capitale siciliana.

read more
comments nessun commento


Segesta edificata intorno al IV secolo a.C. da Aceste esule Troiano, figlio di Egesta e del dio fluviale Crimiso, è situata nella parte nord-occidentale della Sicilia a pochi chilometri da Castellammare del Golfo.

Aegesta, città Elima come Erice, è costretta a difendere la propria libertà guerreggiando continuamente contro Selinunte e Siracusa chiedendo la protezione degli Ateniesi prima e dei Cartaginesi poi.

read more
comments nessun commento


Statura 182 centimetri, capelli ricci, fisico da auriga, efebo dall’aspetto divino, il giovinetto di Mothia è una scultura del v secolo avanti Cristo che, col suo silente slancio marmoreo, affascina i visitatori del Museo Whitaker, sull’isola di Mothia.

Impossibile rimanere inermi al fascino di questa statua che rappresenta, come Virginia spesso sottolinea, un miracolo archeologico.

read more
comments nessun commento


Rosa Balestrieri, la voce della Sicilia, musicò ed interpretò la poesia di Ignazio Buttitta “Li pirati a Palermu” che descrive le razzie dei pirati turchi sulle coste siciliane.

Virginia che, oltre ad essere una guida turistica, è amante della sua terra e di tutta quella ricchezza culturale che la caratterizza, ci offre questo canto dal ritmo incalzante, rude e che graffia l’animo.

Per noi siciliani è quasi un grido di dolore che si riacutizza nel ricordare la violenza subita.


read more
comments 1 Commento


Il caos della città te lo lasci alle spalle. Se la giornata è afosa lasci anche lo Scirocco là, sul sagrato della Cattedrale Palermitana, l’Arabo-Normanna, l’imponente Signora dalle mura ricche di merlettati ornamenti.

read more
comments nessun commento




RUBRICHE
ARCHIVIO MESI

Mesi precedenti:
prodotti tipici